Il Comune che vorrei- Vorrei un S.Pietro in Cariano….

 Principi generali

  • Implementare una politica della civiltà, cioè un modello di sviluppo economico, sociale e civile,
    incentrato sul benessere attuale e generazioni future

  • Progresso sociale si raggiunge con obiettivi di sostenibilità economica e ambientale

  • Amministratore è al servizio della comunità

 

Tutela del paesaggio

  • Totale chiusura alla violenza del territorio e alla logica della rendita/crescita edilizia
  • Valorizzazione del marchio "valpolicella" (marketing turistico-territoriale)
  • Pianificazione del paesaggio non è appannaggio esclusivo degli amministratori, non è dettato da
    impulsi immediati di mercato, ma diventa oggetto di un dibattito pubblico
  • Rafforzare identità del paesaggio perseguendo un equilibrio tra sviluppo urbano/economico
    e sua vocazione

 

Benessere del cittadino

  • Istituzione di zone ‘Area 30' (vivere il territorio)
  • Sviluppo servizi per la terza età (patrimonio umano della comunità)
  • Applicazione del principio di sussidiarietà con associazioni che hanno spiccata valenza
    collettiva sul territorio
  • Assunzione responsabilità di ruolo (cioè il bisogno del cittadino è un bisogno personale
    per l'amministratore)
  • Adesione ai progetti "smart city" per utilizzo delle nuove tecnologie
  • Sviluppo di una dimensione culturale del territorio (es. avviamento di un cineforum)
  • Incentivare soggiorno studenti all'estero con Comitato Gemellaggi (entrata nel mondo del lavoro)

 

Sviluppo sostenibile

  • Rafforzamento polo scolastico/ universitario esistente e nuovo indirizzo turistico (i giovani
    devono rimanere a studiare in valpolicella)
  • Potenziamento mercato km zero (economia di relazione e identità del territorio)
  • Bilancio sociale annuale (maggiore informazione alla Comunità)
  • Adozione "Agenda 21" (programma dalla Conferenza ONU per sviluppo sostenibile)
  • Attivazione "E-democracy" (uso dell'ICT a sostegno della partecipazione dei cittadini)